^Torna sopra

CTA Vietri sul Mare

foto1 foto2 foto3 foto4 foto5




Comune di Vietri sul Mare

Corso Umberto I, 83 84019 Vietri sul Mare (Sa)

Tel. +39 089 763 811 / 089 763 823 Fax 089 763 838

www.comune.vietri-sul-mare.sa.it

Vietri sul Mare, Provincia di Salerno – Italia Abitanti : 8.328

Vietri sul Mare, primo comune della Costa d’Amalfi provenendo da Salerno, è dichiarato dal 1997

dall’ UNESCO, Patrimonio dell' Umanità.

Storicamente è identificata con l’antica Marcina, insediamento costiero prima etrusco-sannita, poi

porto romano.

La zona vietrese, con l’ancoraggio di Fuenti, possedeva un porto riparato con un approdo unico

nella zona. Vietri, quindi, era sito ideale per l’insediamento di un emporio commerciale etrusco.

La storia di Vietri fino al 1806 è stata associata a quella di Cava de' Tirreni di cui era contrada

all’interno del Principato di Salerno fuso col Regno di Napoli. Marina di Vietri, infatti, era usata

dai monaci della Badia come porto commerciale per gli scambi soprattutto con le zone a Sud di

Salerno.

Solo nel 1806 Vietri ebbe piena autonomia comunale. Nel 1944, quando Salerno fu capitale d'Italia

per alcuni mesi, il Re Vittorio Emanuele alloggiò nella vicina Villa Guariglia, sita in frazione

Raito.

Vietri è circondata da diversi nuclei abitativi : Marina, la prima spiaggia della Costiera

Amalfitana, seguono Molina, che deve il suo nome all’antica presenza di mulini che già nel

Medioevo insistevano lungo il fiume Bonea, Albori, tra i “Borghi più belli d’Italia”; Raito, la

terrazza che si affaccia sul golfo di Salerno ed è la prima frazione ad essere baciata dai raggi solari

( Ragis); Benincasa e Dragonea, da cui partono diversi sentieri montani.

La fama di Vietri in Italia e nel mondo è legata all’industria della ceramica, che affonda le sue

radici nel periodo etrusco.

Monumenti e luoghi di interesse

• La Parrocchia di San Giovanni Battista, eretta nel XVII secolo in stile tardorinascimentale

napoletano, e con la sua maestosa cupola maiolicata, è caratterizzata dal duplice coronamento

della cuspide del campanile in ceramiche dipinte; il portale è sormontato da un oculo chiuso

nella seconda meta del XX secolo per inserire una figura del Santo patrono dipinto su ceramica.

All'interno, a navata unica, gli altari sono decorati da maioliche e ceramiche tranne quello

maggiore; interessanti sono i dipinti che partono dal XVII secolo fino al XV.

• L'Arciconfraternita della SS Annunziata e del SS. Rosario, di origine settecentesca, è decorata

in facciata da ceramiche dipinte.

• Chiesa di S. Antonio da Padova ( 1607) a Marina di Vietri.

• Chiesa della Madonna dell'Arco, sulla stradina omonima che congiunge Marina di Vietri sul

Mare con la Costiera Amalfitana.

• Chiesa di S. Margherita di Antiochia, (1500) nella frazione Albori.

• Oratorio della Congrega di San Francesco di Paola ad Albori (pavimento in maiolica del 1864).

• Chiesa parrocchiale di Raito (1540), dedicata a Santa Maria delle Grazie.

• Chiesa parrocchiale di Santa Maria delle Grazie, nella frazione Benincasa ( Si custodisce una

statua e la “Salvietta” che riproduce il volto di S. Francesco di Paola).

• Chiesa parrocchiale di S. Pietro e Paolo apostoli a Dragonea.

• Santuario San Vincenzo Ferreri ( Dragonea).

• Chiesa della Madonna della Neve a Molina.

• Ponte di Molina (Si intravedono i resti del ponte delle Traverse, costruito nella prima metà del

Trecento per sostenere l’acquedotto, detto in seguito “dei diavoli” e distrutto dall’alluvione del

1954).

• Villa Guariglia, nella frazione Raito.

• Torretta Belvedere, ( Museo provinciale della ceramica) nella frazione Raito.

• Torre-dogana di Marina di Vietri.

• Terma Romana a Marina di Vietri . La struttura è inglobata in un locale utilizzato quale esercizio di

ristorazione.

•Il Palazzo “Soleri” all’interno del quale è ubicata la Ceramica artistica Vincenzo Solimene. E’ un

esempio di architettura organica del secondo dopoguerra realizzato da Paolo Soleri, l'interno

racchiude una vasta collezione di ceramiche contemporanee.

• Palazzo della Guardia ( 1731)

• Villa Comunale di Vietri sul Mare

Altri luoghi di interesse sono i sentieri che collegano le frazioni alte di Raito, Albori con le fonti

naturali (Fonte del Cesare) e la frazione alta di Dragonea con la vallata di Cava de' Tirreni e la

Badia e i percorsi della Avvocatella e della Avvocata.

Centro Turistico Acli di Salerno Cell. 3294158640 | email: ctavietri@libero.it | ctavietrisulmare@hotmail.it 

Resp. Antonia Willburger

Corso Garibaldi, 142 - 84123 Salerno

COPYRIGHT 20013  CTA Vietri